Categoria: Rimedi & Consigli

Troppo caldo per i trattamenti corpo? Rinfresca l’estate delle tue clienti con proposte “crio”!

Le tue clienti sono restie a provare trattamenti corpo in estate perché “fa troppo caldo“? Questo perché non hai ancora proposto loro qualcosa di veramente fresco e piacevole! Pronta ad accogliere una una ventata di proposte “crio” all’interno del tuo centro? 

Il dilemma è sempre questo: Trattamenti estetici in estate… Sì o no?

Perché si sa, il caldo crea non pochi dubbi nella mente delle nostre clienti…

Quindi…

Cosa proporre nel nostro menu dei servizi per essere il più possibili adeguati alla stagione ma, allo stesso tempo, accontentare le clienti in termini di risultati e piacevolezza?

Abbiamo un alleato: Il freddo! 

E con il freddo una serie di effetti positivi, da utilizzare sempre con competenza e le dovute cautele.

Non è difficile pensare che, proprio in queste giornate di luglio con temperature elevate, chi resta in città 

e non è ancora nel relax delle vacanze abbia il desiderio in qualche modo di refrigerio.

Una bibita dissetante fresca, cibo più leggero, uscite nelle ore meno calde della giornata… e aria condizionata all’interno!

Ma in cabina come possiamo attivarci per alleviare il caldo e tutti i suoi inconvenienti?

Innanzitutto, caldo eccessivo è sinonimo per molti di senso di stanchezza e gonfiore un po’ ovunque, soprattutto agli arti inferiori.

I trattamenti crio sono l’offerta ideale in questa stagione, non solo per il corpo, ma anche per il viso!

Parlando di trattamenti ad effetto freddo viene subito da pensare infatti a trattamenti per le gambe, a bendaggi, fanghi o quant’altro. Preziosi alleati come vedremo poi.

Ma non dimentichiamo che frequentemente, proprio a causa del caldo, molte clienti tendono ad essere un po’ più negligenti nella routine quotidiana delle pelle del viso.

Perché?

Per il semplice fatto magari che, non avendo adeguato la daily routine alla stagione, utilizzano cosmetici che danno una sensazione di sudorazione eccessiva, che non vengono cioè sufficientemente assorbiti dalla pelle.

Oppure clienti che lasciano seccare troppo la pelle a causa dell’eccessiva esposizione al sole, alle passeggiate o più semplicemente all’aria.

L’ideale è proporre anche per il viso la piacevolezza di un trattamento ad effetto crio.

Cambiando o acquistando nuovi trattamenti? Non è necessario!

Per trasformare e adattare un trattamento viso alla stagione è sufficiente dotarsi di cubetti di ghiaccio e creare protocolli di trattamento specifici.

Non dimentichiamo che il freddo aiuta nella tonificazione, nella decongestione e nella vaso costrizione.

L’aggiunta di un lieve massaggio con cubetti di ghiaccio sulla pelle del viso rende il trattamento estremamente piacevole, dona un senso di benessere e aiuta a lasciare la pelle decongestionata.

Ovviamente con i dovuti accorgimenti!

Cosa evitare nei trattamenti Crio sul viso

  • Non utilizzare i cubetti di ghiaccio direttamente sulla pelle. Può creare ustione. Avvolgere i cubetti in garze morbide leggere è la soluzione ideale.
  • Se la pelle è molto sensibile ridurre il tempo di applicazione del ghiaccio ed effettuare movimenti molto delicati.

 

 

Come inserire il ghiaccio all’interno dei trattamenti?

Lo si può fare in svariati modi.

  1. L’effetto decongestionante è molto evidente nella zona perioculare. In questo caso è sufficiente immergere garze occhi in una ciotola di acqua con ghiaccio, e poi posizionarle sugli occhi magari durante il tempo di posa di una maschera viso. Oppure in un trattamento specifico contorno occhi passare la zona perioculare con acqua ghiacciata al posto della normale lozione a fine trattamento.

 

  1. In un trattamento viso è possibile, dopo la detersione e l’applicazione magari di una fiala di attivo o di una maschera, rimuovere la maschera e procedere con una fase di massaggio con cubetti di ghiaccio. I cubetti devono essere avvolti come dicevamo in garze morbide o equivalenti per non andare a diretto contatto con la pelle. Si può procedere con un massaggio preferendo movimenti circolari lungo la mandibola e il mento, la fronte e la zona del naso. Più leggeri nella zona perioculare. Per completare il trattamento l’ideale è applicare una lozione viso lenitiva.

 

  1. Se la pelle è sensibile l’effetto crio si può ottenere in questo modo: alla fine del trattamento viso specifico, dopo aver rimosso la maschera, utilizzare garze imbevute di acqua fredda/ghiacciata e fare un impacco viso per qualche minuto.

 

Daremo in tutti questi casi freschezza, luminosità, tonicità e piacevolezza!

Non dimentichiamo inoltre che il freddo è l’ideale per contrastare infiammazione e rossore, quindi efficace in caso di pelle impura.

Alleato ideale della skin care anche per il fatto di minimizzare i pori dilatati!

 

E per il corpo? Quali trattamenti effetto crio possiamo proporre?

Qui ci vengono in aiuto cosmetici specifici già pronti ad effetto crio.

Il caldo infatti è parecchio insidioso per chi soffre di gonfiore e problemi di microcircolo, soprattutto per coloro che sono in sovrappeso o fanno vita sedentaria.

Se i massaggi con attivi lipolitici e i prodotti riducenti sono stati proposti nella stagione primaverile per contrastare l’effetto buccia d’arancia e preparare alla prova costume, è ora di pensare al benessere delle gambe oppure mantenere i risultati ottenuti alla silhouette in modo adeguato alla stagione.

Quali sono gli effetti del freddo sul corpo?

In casi di insufficienza venosa, il freddo è sicuramente un alleato, questo se ci riferiamo ovviamente alla circolazione periferica delle gambe.

Il freddo produce un beneficio in quanto favorisce la vasocostrizione. Migliorando la circolazione si riduce anche una delle cause correlate all’insorgere della cellulite.

Per questo sul corpo i trattamenti crio sono consigliabili ed efficaci in modo mirato alle gambe.

Anche in questo caso i trattamenti in cabina diventano molto piacevoli d’estate, il senso di freschezza allevia gonfiore e stanchezza agli arti inferiori e aiutano il drenaggio dei liquidi.

Le forme di questi trattamenti possono essere svariate e personalizzate: fanghi, bendaggi, o anche solo prodotti gel o creme, abbinati a macchinari oppure a massaggi. Particolarmente apprezzato è l’abbinamento con pressomassaggi che aiuta e potenzia l’efficacia drenante.

 

Da cos’è dato l’effetto “crio” di questi prodotti?

L’effetto “crio” è dato da attivi quali mentolo, canfora, eucalipto. Frequentemente però questi attivi effetto freddo sono accompagnati da altrettanti attivi efficaci nel decongestionare, drenare e stimolare il microcircolo quali: centella asiatica, mirtillo, meliloto, rusco, aloe vera.

Vediamone qualche caratteristica.

 

FOCUS ON: attivi effetto crio

MENTOLO: principio attivo della menta piperita, utilizzato fin dall’antichità per le sue proprietà rinfrescanti, decongestionanti e antisettiche. È un attivo che dona l’effetto “crio” ai prodotti cosmetici, con una concentrazione tale da poter essere piacevolmente rinfrescante, senza fastidi. Il suo uso è indicato sia nei prodotti corpo che per alcuni prodotti viso ad azione lenitiva (in particolar modo nei prodotti dopo barba).

CANFORA: si ricava generalmente dal legno dell’albero di Cinnamomum canfora. Nei prodotti cosmetici viene utilizzata a piccole dosi proprio per l’effetto rinfrescante simile al mentolo. Un alto dosaggio infatti risulterebbe irritante e sensibilizzante della pelle

ESTRATTO DI CENTELLA ASIATICA: i suoi principali attivi utilizzati in cosmesi sono i glucosidi dell’acido asiatico e madecassico. Ha proprietà cicatrizzanti e contrasta efficacemente la perdita di elasticità della pelle prevenendo la comparsa di smagliature. In molti cosmetici il suo impiego è scelto grazie al miglioramento della funzionalità del microcircolo e ai disturbi della circolazione sanguigna.

MIRTILLO: estratto ricco di polifenoli che hanno azione vaso protettrice e normalizzante della permeabilità e della fragilità dei capillari. Ha inoltreottime proprietà antiossidanti e di stimolo della sintesi di collagene.

MELILOTO: pianta officinale ampiamente utilizzata per l’insufficienza venolinfatica grazie alla presenza di cumarine. L’applicazione topica dell’estratto di meliloto è utile nel trattamento degli edemi e della fragilità capillare. Ha inoltre proprietà antinfiammatorie e diuretiche.

RUSCO: noto come pungitopo, vana proprietà vasoprotettrici, venotoniche e antinfiammatorie. La proprietà flebotonica in particolare è data dall’azione delle ruscogenine, sostanze che rendono elastiche le pareti dei vasi contrastando il ristagno linfatico.

Anche d’estate quindi abbiamo la possibilità di offrire trattamenti efficaci e studiati in base alle necessità di ogni cliente, mirando a risultati visibili se pur con la piacevolezza di trattamenti “freschi”!

Nessuna tortura…nessuna forzatura… abbassiamo le temperature anche dei trattamenti!

È estate…passiamo al “crio”!

Gabriela

[Routine quotidiana] Detersione: il primo errore da evitare!

Potrà sembrare una banalità ma…

detersione viso

Sei certa che le tue clienti conoscano realmente cosa significhi eseguire una corretta detersione della pelle nella quotidianità?

Oppure ancora usano la “classica saponetta” per struccarsi e lavare il viso?

Con questo articolo ricorda alla tue clienti il PRIMO ERRORE DA EVITARE nella beauty routine e regala loro le 7 REGOLE D’ORO per una Detersione Perfetta!

 

Potrà sembra scontato, poiché tanto si scrive e si dice in merito, ma siamo certe che le nostre clienti conoscano bene il significato di una corretta detersione della pelle del viso nella quotidianità?

Io credo anche che possano essere legittimamente confuse, nella miriade di prodotti proposti dal mercato.

Ma andiamo per step.

(altro…)

Sogno di una pelle di fine estate

Pelle perfetta dopo il sole? E’ possibile!

Scopri come eliminare le macchie dal tuo viso abbronzato e come ritrovare un viso più giovane, luminoso ed idratato, anche dopo l’esposizione al sole con il nostro LINEE GUIDA POST-SOLE!

Siamo ancora in piena estate.
Molte delle nostre clienti hanno già fatto vacanza mentre molte altre si stanno preparando per il classico “esodo” di agosto.

Le abbiamo preparate con trattamenti esfolianti, le abbiamo consigliate con le giuste protezioni, abbiamo fatto loro mille raccomandazioni su come esporsi al sole…

Ma lo sappiamo già…

Al rientro dalle vacanze ritroveremo molte di loro con i soliti problemi di sempre: pelli secche, spente, più segnate, macchiate!

Diciamolo pure…non è facile essere precise e perfette nell’esporsi in vacanza!

Magari ci proteggiamo anche con un SPF adeguato, ma poi veniamo attratte (giustamente) dalla gita in barca, dai giochi in spiaggia, dai bagni continui…e non sempre riapplichiamo la protezione.

E va bene…un po’ di libertà ci vuole! Schiavi di una crema? Anche no!

(altro…)

Sole senza protezione? La pagherai a caro prezzo!

Se spendi le tue cellule al sole… poi arriva il conto da pagare. E con addebito diretto sul tuo aspetto e la tua salute!

Scopri quindi in questo articolo come “risparmiare” in rughette, macchie e scottature, con suggerimenti di un esperto dermatologo.


Arriva la primavera inoltrata, le prime giornate di sole caldo, i primi week-end all’aria aperta o fuori porta, al mare, in montagna, al lago…e sull’abbronzatura ormai le informazioni si sprecano.

Nel bene e nel male! Con fondamenti scientifici e non.

Tutto questo pero’ mi fa ben pensare.

Nel bombardamento di notizie, spesso allarmanti, sembrerebbe proprio che la moda dell’abbronzatura a tutti i costi sia un po’ tramontata, lasciando spazio, non di certo all’abbandono totale della stessa, ma quanto meno a più consapevolezza! O per lo meno alla volontà di seguire qualche accorgimento e consiglio in più’ per un’abbronzatura con meno rischi per la salute e per gli inestetismi che ne conseguono.

Perché di fatto è così. Si chiama “bella stagione” non a caso! L’Estate è bella! L’abbronzatura è bella! Il sole è portatore di buon umore!

E dopo tanti mesi di grigio e freddo si ha proprio voglia di lasciare spazio ai colori, al sole, alle passeggiate….e tutto quanto di allegro porta con sé la bella stagione!

Fin qui tutto bene. L’aspetto di una pelle dorata e non pallida, di gambe abbronzate che spuntano da abitini alla moda, sono sicuramente il “desiderata” di ognuna. Ma, come in ogni altra cosa, la giusta misura è sempre la risposta adeguata.

Che il troppo faccia male lo sappiamo bene!

Quello che vogliamo sapere è come non rinunciare ad un aspetto salutare ed “estivo” senza correre rischi. Perché di rischi in realtà ce ne sono eccome…

(altro…)

Come effettuare una consulenza professionale e fidelizzare le tue clienti

Autorevolezza, competenza e amore per il proprio lavoro sono le armi fondamentali che deve avere ogni Estetista che si rispetti (e che rispetti le proprie clienti!).

Vedere la soddisfazione di chi ti chiede una consulenza, sapendo di aver fatto un buon lavoro, non ha prezzo. Per questo oggi vorrei farvi leggere come si dovrebbe svolgere il dialogo tra consumatrice finale e Beauty Specialist… anche se in seguito la consulenza si è trasformata più che altro in chiacchierata tra amiche!

Quindi un grazie speciale a Francesca Cappelletti, lifestyle blogger, per aver pensato a me nel “momento del bisogno”!

Ora lascio la parola a lei!

consulenza


“La vita di una modella sebbene io ami alla follia il mio lavoro, non è semplice come può sembrare. Chi vede le mie foto dice: “Che bei posti! Che begli scatti!” ma non pensa a quello che succede nel “backstage”.

Non si pensa mai a tutto quello che c’è prima, alla mia continua e costante preparazione per i miei servizi fotografici. Dormire molto, bere tanta acqua, alimentazione sana ed equilibrata, cura della pelle, capelli, mani, piedi, essere sempre pronta a partire all’ultimo minuto, totalmente flessibile, mai complicata, adattarsi mille situazioni, viaggiare a ogni ora su treni, aerei autobus. Avere una pazienza incredibile, sapersi immedesimare in 1001 situazioni e recitare ogni giorno una parte diversa.

Ah dimenticavo, saper organizzare 3 valigie differenti per tre posti diversi lo stesso giorno e posizionarle in altrettanti posti per partire e poi ritornare per fare solo il cambio in velocità della luce.

Perché ve ne parlo?

Beh, perché sto già iniziando la preparazione per una campagna bikini che mi entusiasma molto…ma che un po mi fa ricordare che dovrò essere in super forma smagliante! Durante tutto l’anno ho a che fare con shooting Wellness, shooting in piscina e la mia prova costume praticamente non ha MAI fine!
Ok, lo ammetto!
Non sono poi tanto una sportiva e nemmeno ho bisogno di mettermi a dieta, grazie alla corporatura che mi ha gentilmente concesso Madre Natura… però…
Però per un servizio fotografico per una notissima collezione di costumi da bagno, devo comunque essere in forma!
E così anche la mia pelle. Deve essere P-E-R-F-E-T-T-A!!
Quindi, nonostante i mille accorgimenti che seguo quotidianamente per la cura della mia persona, ho deciso comunque di chiedere consiglio a chi la sa lunga in fatto di “skin care” e “beauty routine”. Per questo, non appena ho saputo di questa campagna bikini, mi sono precipitata da Gabriela a Cremona per tartassarla di domande e chiedere il suo parere professionale

Chi è Gabriela?

Academy Manager di Pevonia Italia da oltre 15 anni ed esperta nel settore della cosmesi e della cura della pelle. Se siete curiose di scoprire la sua storia, potete leggerla QUI.
Ora che la conoscete un pochino anche voi, ecco in sintesi quello che ho imparato da una semplice chiacchierata con una vera esperta di benessere. (altro…)

Clienti sportive e amanti del fitness? Diventa la loro Beauty Trainer!

beauty trainer

 Gestisci una palestra o un centro estetico integrato?

Allora sai bene quanto sia importante l’esercizio fisico per il benessere del corpo e della nostra pelle.

Quello che forse non sai è come trasmettere questo messaggio alle tue clienti.

Allora scoprilo in soli 10 minuti leggendo questo articolo e diventa la loro Beauty Personal Trainer!

 

Il post-allenamento perfetto: una coccola per la pelle.

Si dice sempre “Anno nuovo, vita nuova” perché tu (come anche le tue clienti, d’altronde) a inizio anno, ti sarai fatta l’elenco mentale dei buoni propositi da voler realizzare.

Tra questi, dopo esserti appesantita quel tantino di troppo durante le feste, ci sarà senza dubbio quello di migliorare il tuo stato di salute quotidiano, costi quel che costi.

Quindi, avrai sicuramente incluso più esercizio fisico nelle tue giornate e un regime alimentare più adeguato e salutare, per sentirti meglio con te stessa e apparire in ottima forma.

E fin qui, va tutto benissimo! Continua pure sulla retta via!

Dare il buon esempio alle proprie clienti è il primo passo per trasmettere professionalità e credibilità.

E questo non è certo poca cosa!

Ma…

C’è un ma!

Hai mai riflettuto sul fatto che le clienti del tuo centro integrato potrebbero pensare che basti “fare palestra” per rimettersi in forma, tralasciando il benessere della loro pelle?

Senza dubbio, è più facile attenersi ad un’adeguata routine quotidiana quando si è a casa, alla mattina e alla sera.

Sbaglio o non è altrettanto semplice quando si è in palestra?

(altro…)

Perché tutti pensano che niente sia efficace contro la cellulite?

cellulite

Scopri nel tempo di lettura di questo articolo come convincere le tue clienti del contrario, portandole a raggiungere RISULTATI per una perfetta prova costume (e non solo…)

“Preferisco non prendere in giro nessuno” spiega Santo Raffaele Mercuri, primario di dermatologia e cosmetologia dell’ospedale San Raffaele di Milano. “La cellulite è una vera e propria malattia e non si può curarla, proprio per la sua complessità. Ma si possono però curare i suoi inestetismi. Anzi, si devono curare”.

Partire da qui a parlare di cellulite è senza dubbio più facile.

Chissà quante volte, tu Estetista, ti sarai sentita dire: “Ma funziona?” oppure “Ho provato tante cose… ma non ho mai visto grossi miglioramenti”.

Nel calderone mediatico ci sta un po’ tutto: novità e pacchetti last minute, creme miracolose, trattamenti sorprendenti, … che molto spesso hanno creato false aspettative, basandosi su poche convinzioni o su ancor meno professionalità.

Ma ora non curiamoci di tutto ciò. Partiamo invece da una considerazione autorevole.

“[…] E’ una malattia e non si può curare […]” dice il prof. Mercuri.

Ma le clienti vengono da noi per curare le malattie? Anche no!

“[…] Ma si possono però curare i suoi inestetismi. Anzi si devono curare[…]”

E questo ci piace molto!

(altro…)

Fai un bel respiro e… liberati dallo STRESS una volta per tutte!

stress donna
La matematica non è un’opinione.

Se “Stress = Rughe”, allora scopri come trasformare questa equazione che fa rabbrividire te e le tue clienti in “Relax = Giovinezza” senza andare in vacanza o utilizzare strani (e immaginari) “elisir di lunga vita”.

Il vero segreto dell’eterna giovinezza? Zero stress… e il gioco è fatto!

Il mondo dell’estetica professionale si sforza ogni giorno di contrastare nemici conclamati.

Il tuo lavoro di estetista è quello di migliorare l’aspetto fisico delle clienti, proponendo loro programmi di trattamento personalizzati e qualificati, spiegando continuamente come seguire una “daily routine” di successo.

Quella che combatti ogni giorno quando apri il tuo centro è una guerra accanita contro molteplici nemici!

Chi sono? Te li presento (ma penso comunque che vi sarete senz’altro già conosciuti da qualche parte…)

Il sig. Tempo e la sua compagna Forza di Gravità (!), Mr. Inquinamento Atmosferico, le sue sorelle Cattive Abitudini (la sig.na Alimentazione Errata e la sig.na Sedentarietà) e i piccoli Vizietti, i nipotini ai quali proprio non sappiamo dire no.

Ma c’è un altro subdolo nemico della pelle, spesso non considerato e sottovalutato, che ormai invece è diventato parte integrante della nostra realtà.

(altro…)

I 10 passi da consigliare ogni giorno alle tue clienti

 

Pelle dall'aspetto più giovane e sano

Trasmetti il tuo sapere alle clienti. Non tralasciare la consulenza. E’ segno di professionalità.

Desiderano una pelle dall’aspetto giovane e sano? Allora leggi questo post ed insegna alle tue clienti i 10 passi per dire addio a rughe, secchezza ed irritazioni…senza stress e perdite di tempo.

Quindi, senza perderci in chiacchiere e preamboli, ecco cosa potrai fare!

STAMPA QUESTA GUIDA ed OMAGGIALA ALLE CLIENTI del tuo centro.

1.  Il primo importante step da compiere per prendersi cura della propria pelle è la detersione. Nonostante sia un’azione molto semplice, è molte volte trascurata, a tal punto che tante di voi non l’hanno ancora inclusa nella loro routine domiciliare.

Sai cosa ti suggerisco? Rimuovi il trucco, detergi la pelle e applica la lozione poco dopo essere arrivata a casa dal lavoro, prima di essere troppo stanca… o finirai per dimenticartene!

 

sapevi che...SAPEVI CHE… quando non si rimuove il trucco, i residui possono causare irritazioni, secchezza, gonfiori, infezioni agli occhi, macchie e gravi danni? Peggio ancora, possono provocare infiammazioni che sono una della prime cause d’invecchiamento cutaneo.

Anche se abitualmente non ti trucchi, la detersione è comunque necessaria per rimuovere lo sporco, l’inquinamento, il sudore, i batteri e i residui che posso occludere i pori e irritare la pelle.

A lungo andare, i residui di trucco posso dilatare in modo permanente i pori, causando acne e potenziali cicatrici, unitamente alle linee, alle rughe e alla flaccidità della pelle.

Non sei ancora convinta? Fai questa prova a casa! Al termine di una giornata nella quale non hai applicato il trucco, passa un dischetto di cotone imbevuto di lozione sul viso e sul collo. Il dischetto sarà sporco. Di cosa?? Ma ovviamente di residui e cellule morte; sono tutto quello che rimane sul viso quando non ti strucchi. La prova è a vista d’occhio. (altro…)

Occhio ai gonfiori!

65757_original

Se come ogni donna hai già una borsa alla “Mary Poppins”, non te ne servono altre due sotto gli occhi!

Scopri in questo breve post le principali CAUSE ed i RIMEDI che puoi utilizzare, senza dover ricorrere a chili e chili di correttore.

GONFIORE AGLI OCCHI: LE CAUSE

Le borse agli occhi sono la manifestazione più visibile del gonfiore a cui sono soggetti. Solitamente si manifesta nella parte inferiore dell’occhio, ma in alcuni casi può comparire anche nella parte superiore.

Quali sono i fattori scatenanti?

Il gonfiore può essere causato da uno svariato numero di fattori, ma il principale resta il ristagno di liquidi all’interno delle palpebre, dovuto alla mancanza di circolazione.

Anche lo stile di vita che conduciamo può contribuire considerevolmente al suo aumento; nel concreto, il consumo di alimenti molto salati, un quantitativo di ore di sonno non sufficiente o la mancanza di esercizio fisico.  (altro…)