cellule staminali vegetaliConosci realmente la funzione delle cellule le staminali vegetali o solo “per sentito dire”?

Scopri come conoscere ed utilizzare i giusti attivi fa davvero la differenza…sulla pelle e nelle consulenze alle tue clienti.

 

Se per qualche casa cosmetica dire contiene “cellule staminali vegetali” serve solo a riempire packaging e brochure di claim pubblicitari, sappiate che per altre, invece, dire “cellule staminali vegetali” significa prendere la cosa molto sul serio.

Non significa inserire nelle formule cosmetiche attivi che seguono semplicemente la moda del momento.

Al contrario.

Significa inserire qualcosa che è veramente funzionale ed efficace sulla pelle.

Quanto ne sappiamo veramente noi esperte del settore?

O meglio, sapresti rispondere alle tue clienti davanti alla domanda “Cosa fanno le cellule staminali sulla pelle?

E soprattutto… che cosa sono??

Io direi di partire dall’inizio per fare chiarezza una volta per tutte.

Solo in questo modo riuscirai a motivare la presenza di attivi cosi’ particolari all’interno delle formulazioni, a valorizzarle e soprattutto rispondere alla domanda: “Quali cosmetici con cellule staminali vegetali scegliere?”

Ripassiamo prima di tutto che cosa sono le cellule staminali umane.

 laboratorio

CELLULE STAMINALI UMANE – COSA SONO

Le cellule staminali sono cellule “madri”, indifferenziate, la cui funzione essenziale è quella di creare altri tipi di cellule.

Quando una cellula staminale si divide, può dar vita ad altre cellule staminali oppure si può “specializzare”  o “differenziare” in altri tipi di cellule.

Le cellule staminali umane si possono distinguere in:

1 ) cellule staminali embrionali – per intenderci quelle del feto e su cui si è tanto discusso in termini di conservazione ed utilizzo in ambito medico (queste le tralasciamo perché non interessano quello che tratteremo oggi)

2 ) cellule staminali “adulte” – di cui continueremo, invece, a parlare.

Per prima cosa dobbiamo sapere che le cellule staminali “adulte”, oltre ad avere le caratteristiche sopracitate (cellule indifferenziate o cellule “madri”), si trovano in tutto il nostro corpo.

Gli scienziati ritengono che ogni organo contenga una specifica tipologia di cellula staminale.

N.B: Le cellule staminali adulte non possono differenziarsi in qualsiasi tipo di cellula, ma contengono già un’informazione genetica che dirà loro in quale tipologia di cellula differenziarsi.

In altre parole, una cellula del sangue verrà formata da una cellula staminale specifica del sangue.

Ciò che diventeranno è definito da quelli che vengono chiamati “fattori epigenetici”, ovvero quelle informazioni che dicono alla cellula staminale in cosa “specializzarsi”.

Tutto chiaro fin qui?

Per semplificare ancora di più le cose, facciamo un breve riepilogo per punti e un paio di precisazioni.

1) Le cellule staminali adulte sono cellule non specializzate, ma che contengono informazioni genetiche per potersi specializzare in seguito.

2) Le cellule staminali adulte sono in grado (e questo è molto importante!) di replicarsi indefinitamente! Questo significa che si possono replicare per numerosi cicli, generare cellule non specializzate (cioè si auto-rinnovano) oppure possono generare cellule specializzate.

3) Le cellule staminali adulte si differenziano grazie a fattori epigenetici che sono tutt’oggi in fase di studio. E’ come se le cellule ricevessero dei “segnali” interni (controllati appunto da geni specifici) ed esterni (che riguardano il contatto con cellule vicine).

cellule

COSA FANNO

Se dovessimo dare una definizione di quello che fanno le cellule staminali, diremmo che esse fungono da “kit riparatore” del nostro corpo.

Esse intervengono in caso di “danno”.

Il loro obiettivo?

Il “rinnovamento” e la “riparazione”.

Ma quali sono le cellule staminali che interessano maggiormente il nostro lavoro?

Ovviamente le cellule staminali presenti nella nostra pelle!

Qui ne possiamo trovare di tre tipi:

  • una nello strato basale dell’epidermide;
  • due nel derma: nel derma papillare e cellule precursori dei melanociti.

mano crema

CELLULE STAMINALI NELL’EPIDERMIDE

E’ noto che nell’epidermide avviene continuamente un processo di rigenerazione cellulare. Dallo strato basale a quello corneo, le cellule si dividono, rigenerandosi fino allo strato corneo dove vengono definite “cellule morte” e vengono eliminate dall’organismo.

Le cellule staminali dello strato basale (presenti nella misura di 1 su 7) si rinnovano e “dividono” continuamente, dando la spinta alla rigenerazione cellulare dell’epidermide. Si possono anche definire i “progenitori” dei cheratinociti.

Ed è questo il punto che ci interessa maggiormente! E’ qui, infatti, che andranno ad agire (o dovrebbero farlo) le nostre cellule staminali vegetali presenti nei cosmetici.

Altre cellule staminali della nostra pelle che possono interessarci, agendo in via indiretta, sono quelle presenti nel derma papillare. Qui gli attivi vi possono penetrare attraverso il follicolo pilifero.

Ora che sappiamo tutto questo sulla nostra pelle e sulle cellule staminali umane, una domanda dovrebbe sorgere spontanea.

Perché così tanto interesse a livello cosmetologico, quindi, per le cellule staminali vegetali?

 

CELLULE STAMINALI VEGETALI

La prima cosa che devi sapere è:

Le cellule staminali vegetali, a differenza di quelle umane, hanno la capacità di riprodursi all’infinito e in qualsiasi tipo di cellula.

In quelle umane, abbiamo visto che i fattori epigenetici spingono le cellule staminali adulte a differenziarsi in tipologie di cellule specifiche, non in tutte!

Le cellule staminali vegetali si generano e proliferano ogni volta che avviene un danno. Per questo, attraverso una piccola recisione della pianta, è possibile ottenere oggi, grazie a processi di biotecnologia innovativa, un grosso quantitativo di cellule staminali.

Per il resto pero’ le cellule staminali vegetali presentano una certa affinità con quelle umane: esse sono cellule indifferenziate che danno “la spinta” alle altre cellule e si specializzano in continuazione.

Qual è quindi la loro…

cellule staminali vegetali

…AZIONE SULLA PELLE?

Questa affinità con le cellule staminali umane non significa in alcun modo che si sostituiscano ad esse!

Le cellule staminali vegetali danno, nel caso specifico della nostra pelle, un lancio energetico alle cellule dermiche ed epidermiche.

Fungono da “tazza di caffè”, da spinta al rinnovamento cellulare.

Notoriamente infatti l’invecchiamento cutaneo, dovuto a svariati fattori che conosciamo bene, è caratterizzato da un rallentamento nel rinnovamento cellulare.

Le cellule staminali vegetali nei cosmetici agiscono come “spinta” energica per la ripresa di questo rinnovamento!

 

I PRODOTTI GIUSTI

E qui, se non l’hai ancora letto, ti rimanderei a dare un’occhiata all’articolo in cui spiego “Perché non tutti i cosmetici sono uguali”. Già in questo post troverai tante risposte alle tue domande.

Ora che hai letto tutto per bene, posso proseguire facendo subito una premessa.

Un cosmetico per trasformarsi in “tazza di caffè” per le nostre cellule deve avere caratteristiche ben precise!

I processi produttivi che entrano in gioco, la ricerca degli attivi, i test di tollerabilità cutanea, nonché di efficacia… in questo caso fanno una grande differenza e distinguono quindi cosmetici funzionali da quelli che, per ragione di marketing, vantano la presenza di cellule staminali vegetali, senza una vera efficacia.

Non basta che un prodotto abbia scritto sull’etichetta “con cellule staminali vegetali”!!

In altre parole, quello che dobbiamo chiederci in merito ad un cosmetico high-tech cosi’ innovativo è:

  • Da dove si ricavano queste cellule staminali vegetali?

  • Qual è la percentuale di attivo (cellule staminali vegetali) contenuta nel cosmetico?

  • Dove agiscono?

  • Qual è il loro livello di penetrazione cutanea?

E ancora…

  • Ci sono test in vivo e in vitro che lo dimostrano?

Se con la linea cosmetica che utilizzi, hai una risposta soddisfacente a tutte queste domande… allora puoi puntare sulla tua professionalità per proporre alla clientela prodotti, anche costosi, ma di alta efficacia, che “spingono” a un vero rinnovamento cellulare e, di conseguenza, a un vero ringiovanimento cutaneo.

 

L’ESEMPIO DI PEVONIA 

Vediamo se con Pevonia riusciamo a rispondere a tutte le domande che ci siamo poste.

  • Da dove si ricavano le cellule staminali vegetali della linea Stem Cells ?

Due sono le fonti vegetali: l’Argan e la Consolida maggiore. La scelta di queste due fonti ovviamente è giustificata da particolari caratteristiche testate per entrambe.

 

Le cellule staminali dell’argan proteggono e normalizzano le cellule staminali del derma umano e ne migliorano la capacità rigenerativa, fornendo un ottimo supporto ed elasticità alla pelle.

Le cellule staminali della Consolida Maggiore (Symphytum Stem Cells Extract) favoriscono il processo di migrazione delle cellule staminali dell’epidermide, migliorano lo spessore dell’epidermide stessa e ne aumentano il contenuto di acido ialuronico.

  • Qual è la percentuale di attivo contenuta nel cosmetico?

La concentrazione di estratto di cellule staminali vegetali nei cosmetici Pevonia varia nel trattamento professionale e domiciliare. E’ noto comunque che la loro concentrazione sia dalle 5 alle 10 volte più alta della concorrenza.

Qualche esempio per essere piu’ concreti?

Nel siero viso ad uso domiciliare abbiamo il 2% di estratto di argan e il 2% di consolida maggiore. Nel trattamento professionale (un liofilizzato viso arricchito da molti altri attivi) abbiamo il 3% di argan e il 3% di consolida maggiore.

  • Dove agiscono? Qual è il loro livello di penetrazione cutanea?

Grazie a processi produttivi high tech, le cellule staminali dei prodotti Pevonia sono in grado di agire a due livelli diversi: nell’epidermide, come si è detto prima, grazie alle caratteristiche delle cellule staminali di consolida maggiore, ma anche, indirettamente, nel derma, grazie alle cellule staminali di argan, che vi giungono attraverso il follicolo pilifero.

  • Ci sono test in vivo e in vitro che lo dimostrano?

Assolutamente sì! In particolare i requisiti sulla valutazione della sicurezza e dell’efficacia vengono forniti dal Dipartimento di Scienze del Farmaco presso l’Università di Pavia.

 

Ora hai fatto chiarezza e possiedi quella consapevolezza in più sulla reale funzione delle cellule staminali vegetali nei cosmetici.

Alle tue clienti consiglia sempre di farsi (e quindi farti) delle domande specifiche prima dell’acquisto di un prodotto!

La differenza è tutta qui: tu potrai e saprai rispondere a queste domande.

…sugli altri canali di distribuzione (come profumerie e farmacie)…non metterei la mano sul fuoco!

 

Take care of you

Gabriela

2 commenti il Cellule staminali vegetali… una tazza di caffè per risvegliare la pelle!

  1. … finalmente un po di chiarezza … sono sicuro che sia utile a tutti avere una volte per tutte le informazioni corrette su cosa sono e come agiscono sulla nostra pelle

    • Ben detto Matteo! E’ bene per noi esperte del settore essere in grado di capire, per poi poter a nostra volta spiegare alle clienti perché un attivo (in questo caso le cellule staminali vegetali) è efficace e come agisce sul nostro corpo. Mai smettere di informarsi e di imparare per dare valore e contenuti alla clientela!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *